Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Calcola il percorso per arrivare a Villa Contarini Ferrara, La Barchessa

Contatti Villa Contarini Ferrara, La Barchessa

Mappa

Via San Valentino, 57 - Pontelongo (PD)

Tel. 049 9776599 / 049 9775381 - Cell. 328 7212978

www.barchessacontarini.it

Ristorante Villa Contarini Ferrara La Barchessa

Villa Contarini Ferrara, Francesco Contarini, procuratore di San Marco, nel 1617 denuncia le sue proprietà di Ronchi di Pontelongo, consistenti in “fabbriche domenicale da lavoratori, cortivo e brolo”, oltre che un buon numero di campi. Nel 1661 i fratelli Zuane e Alvise Contarini dichiarano “casa domenicale con sue fabbriche diverse e brolo”. I possedimenti saranno riconfermati dai Contarini fino al 1740, ma nel 1782, con testamento di Nicolò Contarini, parte dei beni di questa famiglia passano a Giacomo e Zuandomenico Almarò Tipolo (e sotto il nome di Almarò li ritroviamo nel catasto napoleonico del 1809). Il complesso architettonico risalente probabilmente alla fine del 1500, inizi del 1600, costituito da villa padronale, barchessa ed altre adiacenze si trova lungo la riva sinistra del Bacchiglione, alle spalle la fertile campagna. Un tempo la posizione rappresentava un importante punto di riferimento per i trasporti fluviali che dalla laguna penetravano nell’entroterra fino ai colli Euganei e viceversa,imbarcando passeggeri e merci. Questa infatti non è altro che una delle tante residenze della nobiltà veneziana che, tra il XV e il XVI secolo, acquisì grandi proprietà in terraferma per impegnarvi fruttuosamente, senza rischi,ingenti capitali e passarvi i periodi estivi, lontana dalla insalubre calura afosa della città lagunare. Oggi il Bacchiglione è un tranquillo fiume imbrigliato da alti argini e abbandonato dai burci, come da qualsiasi tipo di imbarcazione. Si è perso persino il nome della località: Ronchi è un toponimo sconosciuto alla maggioranza dei residenti, citato invece dal Gloria nella sua interezza come Ronchi di Marco Trevisan. Questa nobile famiglia avrebbe costruito sul posto una chiesetta campestre, prima del 1455, intitolata a Santa Maria Maddalena, che nel 1695 era passata ai Contarini e successivamente agli Erizzo.

(tratto da “Ville in Saccisica e dintorni”)

Le nostre proposte

In esclusiva per voi, uno sconto pari al 20%.

| Copyright © 2019 Sposar-si | Informativa Privacy - Cookie

JoomSpirit